Il bicchiere PCUP esprime al meglio il proprio potenziale se gestito in vuoto a rendere.

Il vuoto a rendere ruota attorno al concetto di cauzione: una somma di denaro che il cliente versa all’erogatore del servizio o del prodotto, che può essere riscattata alla riconsegna di un oggetto consegnato insieme al servizio o al prodotto: piatti, bicchieri, occhiali, ma anche asciugamani, salvagenti, gommoni, macchine. Il vuoto a rendere non è quindi un sistema economico che prevede un ricavo, ma piuttosto un sistema finanziario cautelare. Ma se ben strutturato, il vuoto a rendere può innescare una varietà di pratiche virtuose e, in ultima analisi, ricchezza.

I vantaggi diretti della cauzione sono il risparmio dell’acquisto e dello smaltimento di accessori usa e getta, e il guadagno sull’eventuale non reso: allo scadere del tempo stabilito, l’oggetto non può più essere restituito e la cauzione diventa a tutti gli effetti una vendita.

Ma è l’indotto generato dal vuoto a rendere che fa la differenza. E’ importante capire che la cauzione pone l’acquirente in una condizione di ascolto verso il venditore: l’acquirente si interessa a dove e come può riscattare il proprio deposito cauzionale. Questa attenzione del cliente è a tutti gli effetti un capitale da spendere.

Rivolgendoci alle strutture che gestiscono i bicchieri PCUP su cauzione, ecco alcuni punti di forza della gestione su cauzione:

  1. Nella testa di chi le usa le cose ottenute gratis valgono meno, mentre le cose con un prezzo acquistano valore. La cauzione è un modo per aumentare il valore percepito del bicchiere, e del logo su esso stampato, senza davvero far pagare un prezzo, perché verrà restituito. Paradossalmente, si può innescare una dinamica per cui più il prezzo della cauzione è alto, più il bicchiere viene portato a casa: in quanto cimelio, gadget ufficiale, status symbol.
  2. Fa lavorare il cliente al posto tuo. Il fatto che il cliente conservi intatto il bicchiere e lo riporti nel punto da te stabilito è di per sè un lavoro. Posiziona il punto di raccolta ideale per far partire le operazioni di lavaggio e stoccaggio, in modo da ottimizzare i costi di gestione.
  3. Grandi assembramenti di persone sono potenzialmente pericolosi perché tutto può succedere. Usa i punti di raccolta per dominare l’entropia: puoi stare certo di deviare i flussi di persone verso dove gli garantisci il riscatto della cauzione.
  4. Garantisci visibilità. I punti di consegna e riconsegna del bicchiere vedranno passare la quasi totalità dell’utenza, e in uno stato mentale esplorativo e ricettivo: saranno in cerca di informazioni su come agire. Sono quindi i punti ideali per diramazione di messaggi all’utenza: dalle campagne promosse dall’organizzazione, alla pubblicità degli sponsor.

Ciascuno di questi elementi può generare un indotto ben maggiore del costo dei bicchieri e addirittura del loro prezzo, e una scelta determinante per valorizzare uno o l’altro aspetto è il prezzo della cauzione.

Contatta i ragazzi di PCUP per ricevere una consulenza specifica su come coniugare un piano logistico con una strategia comunicativa e commerciale per la tua struttura. Con le attenzioni del caso possiamo portare i tuoi utenti ad un comportamento funzionale a vincere la grande sfida del vuoto a rendere: gestire migliaia di contenitori in tempo reale senza sprecarne neanche uno piuttosto che smaltirli a fine evento, come siamo abituati a fare con l’usa e getta.