3/10. Dall'ape alle API


La terza iniziativa che stiamo portando avanti all'interno del nostro progetto Quarunten è lo sviluppo di API pubbliche, in modo da permettere a parti terze di utilizzare i servizi backend di PCUP. Su consiglio del nostro nuovo CTO, che ha dovuto ricostruire da zero la nostra piattaforma, abbiamo pensato l'intera architettura in modo da essere velocemente implementata su piattaforme terze. Il consiglio si è rivelato utile e lungimirante: negli ultimi mesi diversi clienti hanno chiesto di implementare i nostri servizi sulle loro app, e tra qualche settimana potremo accontentarli.

In molti contesti, infatti, gli utenti hanno già l'applicazione della struttura in cui si trovano o sono predisposti a scaricarla, ed è quindi più sensato che trovino il modo di utilizzare il bicchiere intelligente dall'interno di questa app piuttosto che scaricando appositamente l'app PCUP.

Pensiamo che questo approccio alla tecnologia riveli l'indole profonda del nostro team: abilitare bicchieri intelligenti che non vengano mai buttati, in qualunque contesto, in qualunque modo, in qualunque app. Non nutriamo gelosie verso i nostri utenti, la nostra app, i nostri dati. L'asset fondamentale di PCUP si sta delineando come la capacità di gestire migliaia di oggetti contemporaneamente, e rendere la loro storia accessibile agli utenti facendoli interagire tra loro. Questo tipo di know how può essere applicando in vari campi, anche se restiamo convinti che il bicchiere sia l'oggetto ideale per il tipo di relazioni che incarna. E' inverosimile che tutte le applicazioni dei servizi profondi di PCUP rientrino sotto lo stesso branding, per questo lo sviluppo di API pubbliche è un passaggio obbligato per fare del nostro progetto una tecnologia abilitante il passaggio dall'usa e getta allo smart reusable.

Se sei interessato ad implementare i servizi PCUP all'interno della tua app, contattaci!


2/10. ISO lamento

Startup è una di quelle parole che se la dici dieci volte di fila perde significato. E' un termine inflazionato, che si porta dietro un'insostenibile vaghezza semantica e una buona dose di fuffa. Noi abbiamo smesso di chiamarci startup, siamo un'azienda. Abbiamo smesso di andare dai consulenti startup, andiamo da quelli bravi. Abbiamo smesso di leggere manuali per far crescere la startup, scriviamo il nostro piano operativo.

Leggere di più


Manifesto QuaRunTen

Il coronavirus è una tragedia umana ed economica enorme che tutti stiamo vivendo. Ma è anche una grande occasione, per PCUP e per tantissimi progetti immaturi immaturi. In due anni di vita siamo esplosi: come intelligenza, esperienza, contatti, investimenti, giro d'affari. Se da una parte i nuovi progetti muoiono perchè non colgono esigenze di mercato, dall'altra muoiono perchè non riescono a stare dietro alla domanda. Noi ci siamo vicini, da sempre. 

Leggere di più


A Boston con Myllennium Award

PCUP ha vinto il primo premio del MYllennium Award 2019, e siamo appena tornati dalla settimana di accelerazione a Boston che è parte del premio.

E' stata un'esperienza oltre ogni aspettativa: i workshop al Boston Innovation Gateway e all' IXL Center ci hanno forzato a ripensare alcuni concetti chiave della nostra proposta di valore, cioè del perchè ha senso quello che facciamo. Non è per niente banale, è un lavoro duro che abbiamo affrontato con metodi per noi rivoluzionari. In più, ogni giorno erano fissati appuntamenti in città con potenziali clienti, partner, investitori americani tarati sul nostro profilo: abbiamo stretto preziosi rapporti al contempo ricevendo feedback sul nostro nuovo modo di pensare e raccontare PCUP, e il calendario di settimana prossima è pieno di call di follow-up.

Abbiamo scoperto che a Boston, la Mecca dell'innovazione, c'è una grande ammirazione e stima per i giovani imprenditori italiani: il nostro ecosistema ci è avverso, ma i pochi che superano l'oceano si fanno valere perchè abbiamo tante idee, lavoriamo più sodo degli americani e non siamo viziati da un capitale di rischio che, negli States, sembra infinito.

Solo, non nasciamo imparati: alla prima esperienza imprenditoriale, abbiamo così tanto da imparare dal modello di crescita americano! Sono semplicemente più bravi di noi a pensare in grande. Se hai un'idea che può scalare il mondo devi farti una settimana di palestra dura a Boston, a New York, o in Silicon Valley.

Certo, è lontano e costa e sembra non sia mai il momento giusto, quindi è roba da pochi eletti. No aspetta, proprio per questo il Gruppo Barletta si è inventato il MYllennium Award! Se non lo conosci, dai un occhio e in fretta. Se hai tempo da dedicare a delle application per premi, fai in modo di scrivere quella per il Myllennium perchè è davvero una perla rara nel panorama italiano. Poi non ti resta che vincerlo.